Prima squadra
domenica 20 novembre 2011
Sp Insurance Broker: al quinto set, vince il Marzola.

Un'occasione persa?
Avanti due a zero a Povo, la SP insurance Broker si fa raggiungere dal Marzola che vince meritatamente il match al 5° costringendo il Volano alla seconda sconfitta stagionale, risultato finale 3-2 (18-25,18-25,26-24,25-20,15-13).

Il Volano di Vidovic si è presentato a Povo con un sestetto modificato rispetto alla precedente partita in casa: assenti l'opposto Francesca Eccher, influenzata per tutta la settimana e il libero, Veronica Rizzoli, reduce da un infortunio, Vidovic ha adattato la formazione in campo con Melania Marzari in diagonale a Fabiana Sega, centrali Stefania Abram e Elena Chizzola, laterali Alessia Sega e Evelin Ferrari, libero Ketty Corradi, all'esordio stagionale in serie C.

Fabiana Sega
Fabiana Sega

Partita strana,con tante azioni di ottimo livello, ma anche con fasi gioco con frequenti errori e disattenzioni.
Il Volano inizia male, ma recupera e ribalta il set.
Il secondo set prosegue sul trend del primo, il Volano gioca con ritmo, grinta e mostra un bel gioco, si porta avanti anche 19 a 4 e porta a casa il secondo set.
Il terzo set si gioca punto a punto, ma al Volano manca la convinzione per chiudere il match sul 3 a 0. Il Marzola tiene il campo, spinge mentre al Volano manca continuità e la convinzione di potercela fare, soprattutto quando le partite sono lunghe.
Il Marzola così vince meritatamente i tre set finali e la partita.
Rimane l'amaro in bocca per l'occasione persa del risultato pieno su un campo difficile, ma lottando, mantenendo più costante il livello di gioco e il rendimento in campo la squadra potrà crescere ancora.

L'analisi del coach
Vidovic analizza il match evidenziando alcuni aspetti importanti quali l'attenzione sulle palle importanti.
"Abbiamo disputato due partite diverse in una gara, soprattutto dal punto di vista psicologico, quella migliore nella prima parte dove pur non iniziando al meglio siamo riusciti a ribaltare con un break importantissimo essendo sotto 14 a 6, trovando tanta grinta e mostrando un buon gioco! Abbiamo proseguito così anche nel secondo set giocato bene in tutti fondamentali. Poi abbiamo avuto un calo di tensione, la convinzione è scesa. Non avevamo più aggressività partendo della battuta e nella stessa fase il Marzola ha ripreso la fiducia e la partita è diventata più difficile per noi.
Nonostante questo eravamo sempre li con il punteggio ed effettivamente qualche errore in più sulle palle decisive ci è costato molto, con maggiore attenzione l'esito poteva essere diverso. Cosi rimane un pò l'amaro in bocca per non aver conquistato altri punti possibili.
Siamo andati molto bene a muro e in fase difensiva, meno in contrattacco con qualche difficoltà in certe rotazioni a chiudere il punto punto e un andamento tra alti e bassi sull'efficacia in ricezione.
Comunque ritengo che squadra abbia fatto una discreta prestazione. Ripartiamo delle buone cose fatte e proviamo a portarle con più continuità nelle prossime partite!"

Abram e Ferrari a muro
Abram e Ferrari a muro

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri