Serie B1
lunedì 6 luglio 2020
La grinta di Emma Galbero: "Un passo alla volta, tornerò!"

Il 2020 era iniziato alla grande per la nostra Emma Galbero, poi il suo grave infortunio sul campo di Offanengo aprì un mese da incubo per la CercaSì Volano Volley alle prese con tantissime defezioni sul finire del girone d'andata. Nella giornata di mercoledì 3 giugno, la giovane laterale lagarina è stata sottoposta ad un'operazione chirurgica presso l'Ospedale di Borgo Valsugana per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Un intervento delicato che prevede una lunga fase di riabilitazione prima di poter tornare a lavorare a pieno ritmo con le compagne ed il pallone. La nostra Emma, però, non si è abbattuta e sta faticando quotidianamente per tornare quanto prima ad attaccare fra le mura dell'arena biancorossa. L'abbiamo ritrovata sorridente e felice dopo aver ufficialmente concluso il suo percorso scolastico nello storico Liceo Antonio Rosmini di Rovereto.

Emma Galbero festeggia il Diploma davanti al Liceo Antonio Rosmini di Rovereto
Emma Galbero festeggia il Diploma davanti al Liceo Antonio Rosmini di Rovereto

Ciao Emma, innanzitutto come stai e com'è andato l'intervento chirurgico? "Ciao a tutti, ormai sto bene, mi sembra di aver fatto l'intervento ieri e, invece, é già passato quasi un mese. L'intervento chirurgico sembra andato bene e il ginocchio e non si è neanche gonfiato troppo nei giorni successivi".
Come procede il recupero? Quando è previsto il tuo rientro? "Il recupero procede alla grande. Da due settimane ho tolto il tutore e, fra poco, potrò cominciare a camminare piano piano senza stampelle. Il rapporto, fondamentale, con il mio fisioterapista è ottimo, si tratta di una persona molto competente e che conosce l'ambiente pallavolistico. Passo dopo passo, sto riacquistando tutta la mia quotidianità: come piegare la gamba, recuperare la stabilità data dal tono muscolare (che include anche il restare in piedi) e via dicendo. Purtroppo, dicono che con il crociato il percorso da fare prima di tornare in campo sia lungo, circa 6 mesi per tornare come prima. Ma dopo tutto, si sa, se si vogliono fare bene le cose richiedono tempo, quindi non resta che rimboccarmi le maniche e avere pazienza".
L'esame di maturità com'è andato? Quanto è stato prepararsi senza vedere amici e compagni? "Ah, la maturità... Sono molto contenta di averla potuta fare in presenza, mi ha ridato un po' della normalità che con la quarantena e le lezioni online si era persa. Ammetto di essere stata molto agitata il giorno prima, ma una volta entrata in aula è andato tutto per il verso giusto e sono soddisfatta. La cosa più difficile è stata studiare dopo l'intervento, agli inizi il dolore era abbastanza limitante e stare sdraiata tutto il giorno senza muoversi mi distruggeva psicologicamente. Per fortuna ho sempre avuto delle compagne di classe che mi hanno supportata e mi sono state vicine aiutandomi anche quando non potevamo vederci per ripassare o confrontarci. Stessa cosa vale per molti amici che, nonostante la distanza, si sono fatti sentire nel momento del bisogno, anche se non sembra sono una persona che non si stancherebbe mai di fare due chiacchiere".

Emma Galbero, classe 2001, supera il muro del Giorgione (Foto di Nicola Stedile)
Emma Galbero, classe 2001, supera il muro del Giorgione (Foto di Nicola Stedile)

La società sta cercando di costruire un'altra bella squadra, che possa confermarsi in alto, ancora sotto la guida di Luca Parlatini. Come ti sei trovata con il coach? "Sono molto contenta che la nostra società voglia mantenere l'obiettivo di fare bene nella prossima stagione e sono sicura che, grazie ai nuovi acquisti e alle riconferme, riusciremo a fare una bella annata. Non vedo l'ora di tornare in palestra e ricominciare, con le nuove e con le mie vecchie compagne, tra l'altro colgo l'occasione per ringraziare del bellissimo anno tutte le compagne che non ci saranno più il prossimo. Ovviamente anche l'allenatore è molto importante. Luca in questa stagione mi è piaciuto molto e sono contenta che rimanga ancora a Volano. È sempre stato molto disponibile e mi ha aiutata anche dopo il mio infortunio per arrivare al meglio all'operazione, confido che sotto la sua guida riusciremo a fare grandi cose anche nella stagione 2020/21".
E' arrivata l'estate, stai programmando qualche vacanza? Proseguirai gli studi? "Assolutamente sì, per ora ho in programma una settimana al mare, a Follonica, con delle amiche, ma appena avrò finito la fisioterapia conto di riuscire a fare almeno una settimana anche a Jesolo, per ritrovare gli amici di beach volley e i miei compagni di classe dell'anno scorso. Ho deciso di proseguire gli studi e mi sono iscritta all'Università di Bolzano, per seguire il corso trilingue di Economia e Management. Un caro saluto a tutti i nostri tifosi: sempre forza Volano, ci vediamo presto!!

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri