Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Un Rothoblaas tutto cuore porta via la posta piena da Ostiano

Il girone di ritorno del Rothoblaas Volano si apre con uno dei successi più importanti della stagione, un clamoroso 3-1 sul campo della seconda forza del campionato, il Fantini Foncieri Ostiano, che rilancia con forza le biancorosse nella loro corsa verso i playoff, terzo o secondo posto finale che sia. Ieri sera Bortoli e compagne hanno subito l’irruenza delle cremonesi nel primo set, perso più per merito dell’attacco di casa che per specifici demeriti delle trentine, più deficitarie nelle soluzioni di palla alta, ma poi hanno sistemato il muro e la difesa, hanno trovato aggressività al servizio e hanno finito per imporsi in maniera abbastanza agevole nel secondo e nel quarto set, ma soprattutto a vincere l’appassionante braccio di ferro, al quale hanno dato vita le due squadre nelle terza frazione, nel cui finale il Volano è stato capace di piazzare un parziale di 7-2 (da 20-18 a 22-25), che ha di fatto deciso la partita.

Una dimostrazione di forza e di carattere di tutto il gruppo, che ha saputo stringere i denti nei momenti di difficoltà e utilizzare con intelligenza i cambi (leggi gli ingressi di Sesenna per Petruzziello e di Mandò per Magazza), soluzioni che in più occasioni hanno spostato l’ago della bilancia dalla parte biancorossa.
Parlano a favore del Rothoblaas, che rimane quarto in classifica ma a -4 dal secondo posto, l’attacco (31%-29%, ma soprattutto 50 punti contro 43), la ricezione (63%-45%), il muro (15-6) e la battuta (7 ace contro 2). Plus necessari per controbilanciare un numero superiore di errori in attacco (19 contro 12) e al servizio (8 contro 11). Ostiano ha pagato l'infortunio dell'opposta Tognini occorso nel finale del secondo set, rientrata nel terzo ma non al meglio, e soprattutto la serata non esaltante dei due posti-4, ben contenuti dal muro e dalla difesa ospiti.

La cronaca

Non riservano sorprese i due allenatori ad inizio match, i settetti sono quelli attesi. Ostiano in campo con Gaia Dell’Amico al palleggio ed Elisa Tognini opposta, le schiacciatrici Ilaria Bughignoli e Alessandra Vidi, le centrali Alessandra Feroldi e Chiara Frugoni, il libero (mvp a Volano) Patrizia Zampedri; Volano con Laura Bortoli in regia, Carlotta Petruzziello opposta, Emma Galbero e Francesca Magazza in banda, Jessica de Val e Benedetta Campagnolo centrali, Sofia Giudice libero.

Dopo un ace di Petruzziello e un primo tempo in rete di Feroldi, che sembrano poter dare una mano alle ospiti a partire con piede giusto, la vicecapolista inizia prendere il sopravvento, conquistando un break point in ciascuno di quattro turni al servizio successivi, frutto di un ace su Galbero, un diagonale di Tognini, un’invasione di Galbero e uno smash di Bughignoli, dopo una difesa trentina abbondante. Sul 10-7 la situazione non sarebbe ancora compromessa, ma lo diventa quando Vidi chiude un’azione lunga e subito dopo Magazza scaglia fuori una pipe, fissando il 16-10 che incanala il set su binari precisi. Il merito principale di Ostiano è quello di difendere di tutto e di più e anche se il Volano da lì in poi comincia a giocare una buona pallavolo, giungendo fino al -4 grazie al primo punto del match della stessa Magazza e poi a -3 con un tocco di de Val (23-20), è tardi per rimontare. Chiude la frazione un attacco di Tognini, ma il Rothoblaas se non altro ha cominciato a prendere le misure all’avversario.

Infatti nel secondo set scappa subito via sull’1-5, soprattutto grazie a muri di Petruzziello e de Val su Bughignoli e Tognini. Ostiano riesce a riprendersi subito e reagisce, aiutata da un block di Feroldi su Magazza, ancora fuori dal match, e da due errori biancorossi in attacco, commessi da Galbero e Campagnolo. L’8-8 pari, con Mandò in campo al posto della compagna numero 12, le cremonesi immaginano di aver ripreso il controllo della situazione, ma non è così, perché il Rothoblaas a questo punto dà una svolta al set e al match. I servizi sono quelli di Laura Bortoli, il primo frutta un ace su Bughignoli, il secondo porta all’errore Vidi, il terzo viene valorizzato da un pallonetto di Petruzziello, il quarto da un altro muro dell’ispirata de Val su Vidi e il 9-14 questa volta è un vantaggio definitivo. Ostiano prova a riavvicinarsi, aiutato da due errori in attacco di Mandò (che sul 16-17 torna a lasciare il posto a Magazza), ma nel finale c’è solo il Volano, che approfitta di un omaggio della regista Dell’Amico (sbaglia completamente un appoggio in bagher) e di un muro imperioso di Bortoli su Vidi per volare sul 18-22. Nel finale si fanno vedere anche Magazza (pipe del 19-24) e Galbero (attacco del 20-25). Da segnalare che sul 18-20 le padrone di casa hanno dovuto rinunciare all’opposto Tognini, scavigliatasi ricadendo da muro.

Il match è cambiato e la prima parte del terzo parziale lo conferma. Il Volano prova a scappare una prima volta portandosi sul 3-6, un allungo frutto di tre ottimi servizi di Emma Galbero, che producono due attacchi vincenti di Magazza e della stessa numero 8 da seconda linea nonché un ace corto su Bughignoli. Ostiano, che ritrova l’opposta Tognini, rimandata in campo con una fasciatura, è tramortito e deve cedere altri tre break point un attimo dopo, quando il servizio di capitan de Val viene valorizzato da un contrattacco di Magazza e da due errori di Bughignoli e della stessa Tognini, la cui capacità di salto appare limitata. Sul 5-10 sembra tutto in discesa per il Rothoblaas, ma il Fantini capisce che sta scivolando fuori dal match e riesce a ribaltare la situazione, giocando una buona pallavolo, sulla falsariga di quella che le era valsa il successo nella prima frazione. Tognini riesce a realizzare l’8-11, poi è il turno al servizio di Bughignoli a destabilizzare il cambio palla volanese, anche grazie ad errore di Petruzziello e ad un fortunatissimo ace sul nastro, che vale l’aggancio sul 12-12. La squadra di Valeria Magri ora ci crede e sul 18-18 si esalta con una fast di Feroldi, che chiude un’azione lunghissima, e un muro di Bughignoli su Petruzziello, foriere di un promettente 20-18. A questo punto, però, dopo un time out di Parlatini, il Rothoblaas serra le fila e ammutolisce il palazzetto, rumorosi tifosi biancorossi a parte. Prima Magazza firma il 20-19 e il 20-20, poi sul 21-21 diventa decisiva Emma Mandò, che entra per il servizio: perentorio muro di Campagnolo su Bughignoli, diabolico diagonale di Galbero dopo una bella difesa di Petruzziello, ace su Vidi e siamo sul 21-24, convertito in 22-25 da una fast di Campagnolo.

Il colpo è durissimo per Ostiano, che inizia il quarto set ancora con il freno a mano tirato. Il Volano si porta senza grosse difficoltà prima sullo 0-3 (fa tutto o quasi Magazza), poi sull’1-5 con un ace di de Val su Vidi. È troppo presto per cantare vittoria, perché le lombarde rimontano subito lo svantaggio, aiutate dagli errori di Petruzziello e Bortoli (invasione), ma stanno giocando al limite e appena Tognini scaglia out un attacco il Volano riparte (8-10), consolidando il nuovo vantaggio con un muro di Petuzziello su Vidi e uno smash della stessa opposta modenese. Il 9-13 viene poi messo in assoluta sicurezza da una produzione seriale di errori da parte Bughignoli (tre consecutivi), che anticipano i titoli di coda del match (11-16). Sbaglia anche la neo entrata Sbaraini (13-19) e nel finale c’è ancora tempo per il quinto muro della serata di Jessica de Val (su Vidi) e per l’ace corto di Galbero sulla stessa numero 5 cremonese, prima che una stoccata di Magazza (17-25) dia il via ai festeggiamenti.

Il tabellino completo

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,5 sec.

Cerca nelle news