Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Rothoblaas ancora spietato: Clodia battuto e zona playoff a -1

Il Rothoblaas torna in campo dopo il riposo forzato della settimana scorsa e ritrova immediatamente il feeling con la vittoria da tre punti. Grazie ad una prova di sostanza ha ribadito con un 3-0, che lo mantiene in piena corsa per i playoff, la propria superiorità sul Vlc Rom Clodia, già mostrata nel match di andata. La squadra di Luca Parlatini, che nelle ultime cinque partite ha vinto 15 set e ne ha persi 3, ha sempre tenuto saldamente in pugno la situazione, sfruttando in primis un servizio molto efficace, al quale le veneziane non sono mai riuscite a prendere le misure, come dimostrano gli 11 ace a 3. Il resto lo ha fatto l’attacco (36 punti a 25), che nella metà campo del Volano ha potuto appoggiarsi a tutto il trio di palla alta, mentre dall’altra parte la sola Ianeselli è riuscita a creare qualche grattacapo alle avversarie.

Un successo nettissimo, dunque, dedicato dalle compagne alla sfortunatissima Emma Mandò, la cui stagione è terminata anzitempo a causa di un infortunio rimediato in allenamento, che lancia il Rothoblaas verso lo scontro diretto di Castel d’Azzano con il morale altissimo. Sugli altri campi, se Vicenza ha tenuto il passo vincendo contro il San Donà e rimane quindi a +2, Ostiano è invece caduto fragorosamente a Crema, facendosi così superare dalla stessa Anthea e rimontare dal Rothoblaas, che ora è a -1. Altra nota positiva della giornata il ritorno in campo di Elena Pierobon, a più di otto mesi dall’intervento chirurgico alle anche, che disputando l'intero terzo set, ha dimostrato di essere pronta per giocare con continuità.

La cronaca

Il Volano inizia la sfida con il sestetto canonico del girone di ritorno, ovvero con Laura Bortoli in regia, Carlotta Petruzziello opposta, Emma Galbero e Francesca Magazza in posto-4, Jessica de Val e Benedetta Campagnolo al centro, Sofia Giudice libero. Il Clodia, che da metà dicembre è guidato da Milo Zanardo, conferma l’assetto delle ultime gare con Giorgia Nordio in regia, Ilaria Menon opposta, l’ex biancorossa Nicola Ianeselli con Sofia Pagotto in banda, Elisabetta Ndoj con Ludovica Brandi al centro, Ludovica Franzoso libero. Prima del fischio d’inizio le giocatrici del Volano hanno omaggiato le avversarie di un asciugamano giallo, un’iniziativa di Avis per promuovere la donazione del plasma.

Dopo pochi scambi si capisce che una buona gestione del servizio è in grado di mettere il Rothoblaas nelle condizioni di controllare la gara. Quello di Jessica de Val fa subito i primi danni sul cambio palla veneziano (errore di Ianeselli e muro di Galbero su Menon), poi Campagnolo realizza due ace su Pagotto: un pallone finisce sul soffitto, l’altro corto davanti a lei. La serie prosegue con i servizi efficaci di Bortoli, che danno la possibilità a Petruzziello e de Val di portare a casa il 9 e il 10-5, mentre è un altro ace, di Galbero, a fissare il 12-7. Quando la numero 8 volanese torna in prima linea inferisce anche in attacco con una regolarità che non lascia scampo al Clodia (19-12). Le veneziane raccolgono qualche punto nel finale grazie ad un ace e a quattro muri, il loro fondamentale migliore, ma in attacco non c’è partita. Quando Campagnolo manda tutte al cambio di campo sul 25-22 si contano 13 attacchi vincenti contro 6.

Nel secondo set Zanardo decide di lasciare nelle sette la schiacciatrice Sambin al posto di Pagotto. Le biancoviola si affidano il più possibile a Ianeselli, l’unica attaccante ospite che riesce a mettere la palla a terra con un po’ di continuità, ma è sempre marcatissima e quindi fa quello che può. Non aiuta la fast fuori misura di Ndoj, che regala il 7-5 al Volano. Sull’11-9 Campagnolo estrae dal cilindro un altro ace, poi sbagliano in serie Ndoj (invasione), Ianeselli e Menon e sul 16-10 il Rothoblaas ha già in mano il 2-0. Sul 17-13 va in battuta Galbero e polverizza il cambio palla veneto: tre ace, due attacchi di Petruzziello, una pipe e un errore di Ianeselli trasformano la frazione in una passerella del Rothoblaas, che sul 24-13 può già pensare alla terza. A rendere ancora più felice il set interviene anche il ritorno in campo di Elena Pierobon, che avvicenda Sofia Giudice sul 19-13. Il punto del 25-14 finale arriva da un servizio out di Sambin.

Si cambia campo per l’ultima volta. L’avvio della terza frazione è l’unico momento della serata nel quale il Clodia si ritrova in vantaggio, un 1-3 che difende fino al 4-6, frutto di due errori trentini, ma anche di due attacchi di Menon. Si tratta solo di una parentesi, però, perché poi Ndoj manda di nuovo out un primo tempo e la scatenata Galbero firma il quarto punto personale nella frazione con un ace su Sambin (7-6). Ora tocca al muro biancorosso entrare in scena: quello di Petruzziello su Ianeselli vale il 9-7, quello di Bortoli ancora sulla schiacciatrice altoatesina il 13-10. Nicole reagisce e riporta il Clodia a -1, ma è sola contro tutte. Il Volano attinge da altri due muri i punti per portarsi sul 18-15, poi le due squadre entrano in un “loop” di errori che giova più alle ospiti che alle biancorosse. A forza di giocare col fuoco, infatti, si ritrovano il Clodia a -1 (20-19), ma poi Eugenia Ottino, entrata sul 16-14 al posto di Magazza, mette a terra due palloni pesanti, Campagnolo realizza il suo quarto ace di giornata e Greta Iob mura Ianeselli pochi secondi dopo aver messo piede in campo. E tutto torna sotto controllo. L’ultimo punto è ancora frutto di un servizio sbagliato di Sambin: 25-20.

Il tabellino completo

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,859 sec.

Cerca nelle news