Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Il Rothoblaas chiude la regular season in casa contro il Ripalta

Per scaramanzia lo dobbiamo presentare come l’ultimo match casalingo della stagione, anche se in casa Rothoblaas Volano la speranza di poter disputare i playoff, e quindi di poterne ospitare ancora uno (contro la prima classificata del girone C) in via Zucchelli, rimarrà viva fino a quando la matematica non la escluderà. Il problema è che alle ragazze di Luca Parlatini non basterà conquistare tre punti contro il Ripalta, operazione alla portata delle biancorosse, per rimontarne uno ad Ostiano, agganciarlo e far valere il maggior numero di vittorie per soffiargli la quarta piazza. È necessario, infatti, che le cremonesi ne lascino almeno uno sul campo dell’Imoco San Donà, squadra assai competitiva in questo finale di stagione (come hanno sperimentato sulla propria pelle Bortoli e compagne), ma nello stesso tempo già matematicamente salva, in corsa al massimo per un platonico quinto posto. Saranno diverse, esattamente come accadrà a Volano, le motivazioni con le quali entreranno in campo le due contendenti. Ostiano è dunque padrone del proprio destino, il Volano invece no. In quanto alla terza contendente, l’Anthea Vicenza, pur disponendo degli stessi punti in classifica di Ostiano, può contare sul match contro il fanalino di coda Valtellina per confermarsi al secondo posto, una piazza blindata anche in questo caso dal maggior numero di vittorie nei confronti delle cremonesi.

Tornando al match che vedremo domani sera all’arena biancorossa, il Volano se la vedrà con un team che sabato scorso ha vinto la partita più importante della stagione, lo scontro diretto con un’altra neopromossa, l’Orotig Peschiera. Un successo netto, in un match che era cominciato nel peggiore dei modi (14-25), grazie al quale Ripalta si è messa alle spalle l’unica squadra che deve ancora scontare il proprio turno di riposo e che quindi non può più schiodarsi da quota 31 punti. Alla squadra di Caterina Miori non resta quindi che aggrapparsi alla speranza che domani sera l’Aduna, impegnata in casa contro Crema, non conquisti alcun punto e rimanga alle loro spalle. In caso di aggancio, infatti, Padova potrà contare su una vittoria in più e sarà salva, condannando Peschiera ad un immediato ritorno in B2.

All’andata il Volano giocò una delle migliori partite della stagione, soffrendo nel primo set, vinto per 27-25, cedendo il secondo per 25-19, ma poi dominando il terzo e il quarto, vinti a 11 e a 20. A determinare il successo fu in larga misura una prestazione "monstre" del servizio lagarino, capace di produrre 14 ace contro 0 del CR Transport Ripalta. Anche il muro diede un contributo di sostanza (14-10) nell’ingabbiare le due laterali Anna Bassi e Giulia Crespi, mentre l’opposta Sara Lodi riuscì a realizzare 17 punti. Il resto del settetto è composto dalla regista Chiara Poggi, dalle centrali Marina Cattaneo e Francesca Rivoltella, dal libero Marika Coti Zelati. Detto questo, è possibile che, a salvezza acquisita, l’allenatore Vittorio Verderio dia spazio anche alle giocatrici che durante la stagione ne hanno trovato meno.
La partita si giocherà domani sera (sabato) dalle ore 20,30 (orario unico per tutti i match della giornata) alla palestra comunale di Volano e sarà arbitrata da Davide Di Dio di Milano e Giuseppe Bressi di Soverato. Sarà possibile seguire la diretta streaming sul nostro canale Youtube.

L’organico del CR Transport Ripalta Cremasca

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,812 sec.

Cerca nelle news