Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Il Rothoblaas vince 3-0 e San Donà ferma Ostiano: ecco i playoff

Il lungo inseguimento, anche questa volta, è stato coronato da successo. Il Rothoblaas Volano si qualifica per la seconda stagione consecutiva ai playoff che assegneranno cinque posti per la prossima serie A2 femminile, a dimostrazione di essere ormai entrato a far parte dell’elite della cadetteria nazionale in pianta stabile. La vittoria di ieri sera ai danni del CR Transport Ripalta (3-0), squadra già salva da una settimana, che nell’occasione ha dato ampio spazio alla panchina, si è combinata, magicamente, con il successo dell’Imoco San Donà sulla rivale Ostiano, che vantava un punto in più in classifica e che avrebbe dovuto conquistarne tre per difendere la preziosa posizione.

Le giovani terribili veneziane hanno onorato fino in fondo il campionato, vincendo per 3-2 un match dal quale non avevano nulla da chiedere e per guinta lo hanno fatto prive della loro pedina più importante, l’opposta Merit Adigwe, che il prossimo sarà la vice di Isabelle Haak in prima squadra, ferma per motivi precauzionali. Un finale di stagione da cuore in gola, che regalerà altri due incontri al Rothoblaas, uno da giocare in casa contro la capolista del girone C, Imola, ed uno sul campo della seconda forza del girone A, Villa Cortese. Un bel regalo per la tifoseria biancorossa.

La cronaca

Il settetto di partenza del Volano è quello canonico del girone di ritorno, con l’eccezione di Chiara Sesenna nel ruolo di opposta, accanto alle laterali Emma Galbero e Francesca Magazza, alle centrali Jessica de Val e Benedetta Campagnolo, alla regista Laura Bortoli e al libero Sofia Giudice. Vittorio Verderio, invece, fa subito capire che intende utilizzare il match per dare spazio alle giocatrici che ne hanno avuto meno nel corso della stagione. Del settetto base, nel primo set, in campo ci sono la regista Chiara Poggi, la schiacciatrice Giulia Crespi, la centrale Marina Cattaneo e il libero Marika Coti Zelati, le ultime due alla propria ultima partita ufficiale in carriera. Con loro l’opposta Giulia Miglioli, la schiacciatrice Alessia Carera e la centrale Emma Lionello.

Ad inizio match il Rothoblaas appare un po’ nervoso, tanto che Parlatini deve utilizzare il primo time out già sul 3-6, poiché la battuta di Carera sabota la fase di cambio palla biancorossa, portando un ace su Giudice e un contrattacco di Crespi, un trend che prosegue fino al 3-7, quando Cattaneo va a segno con la fast. Il primo break point Rothoblaas della serata arriva da un contrasto vinto da de Val, ma Ripalta continua a giocare meglio e allunga grazie ad un muro di Crespi su Sesenna (5-9) e ad un primo tempo di Miglioli (7-12). Inevitabile il secondo time out, che finalmente scuote le biancorosse, capaci di annullare l’intero distacco in una sola rotazione, quella avviata dai servizi al salto di Magazza, che mette a ferro e fuoco la linea di ricezione cremonese: un contrattacco di Galbero e tre errori consecutivi di Carera (2) e Cattaneo servono il 12-12. L’inversione di tendenza è definitiva ed è alimentata costantemente dagli errori delle ospiti, che mandano out (Carera) o in rete (Cattaneo) altri due attacchi. Un ace di de Val sul libero Coti Zelati (20-16) blinda il successo parziale, il finale è di Galbero (punti numero 23 e 24) e della pipe di una ispiratissima Magazza, che firma il 25-19.

Anche nel secondo set Ripalta, che ora impiega Boffi al posto di Crespi in banda e Laperchia in regia al posto di Poggi, parte di slancio (0-3 grazie a due ace consecutivi di Carera su Giudice), ma questa volta il Rothoblaas ne arresta subito l’irruenza, piazzando una zampata che capovolge le parti (6-4), legata a doppia mandata alle battute molto pericolose di Bortoli, che fruttano due ace sul libero Negri e permettono a Galbero e Petruzziello (entrata al posto di Sesenna) di contrattaccare. Tre errori consecutivi del Volano riportano la parità (7-7), poi Campagnolo prova a dare una nuova spinta alle biancorosse con un muro su Laperchia (10-8), ma una serie di errori di Magazza (al servizio), Galbero e Petruzziello (in attacco) regalano il 12-15 alle ospiti. Arriva nuovamente dalle battute di Laura Bortoli la spinta per rimettere le cose a posto, grazie ad altri due ace su Boffi, un contrattacco di Petruzziello e un muro di Galbero su Miglioli. Alla fiera dell’ace partecipano anche la numero 8 volanese, punendo Carera e Negri in zona di conflitto, e capitan de Val, che invece fa secca Boffi. Il 22-17 mette in sicurezza il 2-0, che si concretizza con il 25-21 finale, frutto di un errore di Miglioli.

Quasi a seguire un rigido copione, anche nella terza frazione il Ripalta parte di slancio, portandosi sul 4-6 grazie ad alcuni lampi di Boffi in attacco e al servizio (contrattacco di Cattaneo e ace su Galbero). La spinta continua fino al 5-9, alimentata dagli attacchi di Carera e da un muro della centrale Lionello su Magazza, sempre molto cercata da Bortoli. Siamo 5-9 ed è il momento della reazione volanese, che si appoggia ai turni al servizio di Petruzziello (da 6-9 a 9-9) e Magazza (da 10-10 a 12-10) e al dominio assoluto esercitato a rete da Benedetta Campagnolo, che prenota il premio di mvp con un muro su Carera, un attacco e uno smash. Una serie di cambi palla accompagna le squadre sul 18-16, poi il Rothoblaas alza la voce e chiude la contesa, prima con un ace di Magazza e un muro di Campagnolo su Lionello (20-16), poi con un muro della neo entrata Ottino su Miglioli e un ace di Campagnolo su Boffi (23-18).

Una fast di de Val e un muro di Petruzziello su Boffi mettono fine al match, ma non alla serata dell’arena biancorossa che si collega, idealmente, con il campo di San Donà del Piave per seguire punto a punto l’evolversi della partita che mette di fronte Imoco e Ostiano. Le venete conducono 15-11 nel momento in cui Carlotta mette fine al match di Volano, poi diventa un 17-11, che in un periodo interminabile si trasforma in un 22-22, 23-23 ed infine nel 25-23 che venticinque minuti dopo la fine della partita lancia la festa sul taraflex di via Zucchelli. Irrilevante l'esito del tie break, che farà proprio l'Imoco.

La mvp Benedetta Campagnolo
La mvp Benedetta Campagnolo

L'abbraccio a Luca Parlatini

Benché la stagione offra alla squadra l’opportunità di disputare altre due partite, una in casa contro Imola e una in trasferta contro Villa Cortese, nel lungo dopo partita a società ha voluto dedicare un momento per ringraziare, omaggiare e salutare l’allenatore Luca Parlatini, che a fine stagione cambierà società dopo cinque stagioni intensissime, che hanno regalato alla nostra società grandi soddisfazioni e un trend di crescita costante, testimoniato dai due playoff consecutivi.

Prima le parole toccanti del presidente Virgilio Baldessarini, poi quelle commosse dell’allenatore bolognese hanno suggellato un’amicizia che non si esaurirà con il termine della collaborazione tecnica. Nei prossimi giorni pubblicheremo l’intervista con la quale Luca traccia un bilancio di questa lunga avventura, rimanete sintonizzati.

Nell’occasione sono state omaggiate anche tre giocatrici del Ripalta, che appendono le scarpe al chiodo, ovvero Marina Cattaneo, Marika Coti Zelati e Francesca Rivoltella, che per questo motivo ricorderanno per sempre il match di Volano a prescindere dal risultato finale, che era del tutto irrilevante per il team cremonese. Anche per loro ci sono stati i meritati applausi del pubblico di Volano.

Il tabellino completo

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Cerca nelle news